Acquistare online sta diventando un’abitudine, una vera a propria tendenza. Su internet si trova di tutto, vestiti, cellulari e beni di prima necessità. Perfino i venditori di specialità tipiche regionali possono far conoscere al mondo i loro prodotti grazie agli e-commerce.

Comprare i prodotti per la salute online

Il mercato della vendita online ha dato ampio spazio al settore della salute e della bellezza. Questa tendenza ha travolto anche numerose farmacie, soprattutto da quando dal gennaio 2016, anche farmacie e parafarmacie, previa autorizzazione rilasciata dal ministero della salute, possono vendere i farmaci Sop (senza obbligo di prescrizione) e gli Otc (over the counter) nel proprio e-commerce online. Mentre la dispensazione e la vendita dei farmaci con prescrizione medica rimane ancora prerogativa del farmacista in farmacia.

Qualche dato sull’e-commerce online

Secondo il report della Casaleggio Associati, in Italia la diffusione dell’online ha raggiunto l’88,7% della popolazione tra gli 11 e i 74 anni. Sempre secondo questo Report 42,6 milioni di italiani possono accedere a internet da location fisse o da smartphone ( 8 italiani su 10 possiedono uno smartphone con connessione internet). Ecco perché spesso è più pratico acquistare i prodotti per la propria salute e la bellezza con pochi click. Questo dato è in crescita del 2,8% rispetto allo scorso anno.

Le previsioni per il 2017 parlano chiaro: gli acquisti online cresceranno del 16% rispetto al 2016.

Alcuni titolari di farmacie già da tempo vendevano integratori e cosmetici online, ma con l’attuazione del decreto e con l’imminente ingresso delle farmacie nelle società di capitali, sono sempre più numerosi i farmacisti che decidono di investire nel mercato online.

Ecommerce online, una possibilità per pochi?

Ad oggi infatti, secondo i dati del ministero della salute, le farmacie autorizzate che espongono il bollino, sono circa 500 lungo tutto lo stivale. Campania, Lazio, Lombardia ed il Piemonte (che possiede il primato), sono quelle con un maggior numero di esercizi abilitati, senza considerare gli esercizi che scelgono di non vendere farmaci ma solo prodotti di altre categorie merceologiche.

Non si può stabilire a priori quante di loro lavorino in maniera ottimale, possiamo però vedere quanti di loro continuano a stare online e ad aggiornare il loro ecommerce con prodotti e nuove offerte.

E’ facile intuire quanto spazio ci sia per gli ecommerce per un paese come l’Italia che ha una densità di popolazione pari a circa 63 milioni di abitanti, la cui percentuale di digitalizzati è in continua crescita.

E’ importante investire sul commercio online, cercando di rafforzare il proprio marchio e fidelizzando la clientela sia per ammortizzare la forte presenza di cittadini che comprano sul web sia per far fronte all’imminente avvento delle società di capitali che hanno tutto l’interesse ad investire in un settore così fiorente come quello del commercio dei prodotti per la salute online.

© Riproduzione riservata

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post.
Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here