Conseguire una specializzazione rappresenta una grande opportunità per il farmacista.
E’ l’opportunità di dimostrare la propria competenza e di trasmettere un’immagine di sé moderna e costantemente aggiornata.
È lapalissiano come l’aggiornamento ( anche post specializzazione)sia un mezzo indispensabile per distinguersi in un mondo sempre più evoluto e concorrenziale.
La completezza della figura professionale del farmacista si esprime senza dubbio nel trasmettere il proprio sapere scientifico, ma anche nel possedere efficaci doti comunicative.
Si cercherà pertanto di illustrare in breve le fonti di aggiornamento utili al farmacista esperto in nutrizione e di dare qualche suggerimento per l’approfondimento, volto ad arricchire il background di un professionista della salute in costante interazione con i pazienti.
Uno strumento a supporto di chi opera nel settore è il sito Internet dell’EFSA, ovvero l’Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare con sede a Parma, che gestisce i rischi correlati all’assunzione degli alimenti e fornisce adeguati pareri scientifici in ambito alimentare.
Le principali Autorità che si occupano di legislazione europea in materia di sicurezza di cibi e mangimi utilizzano le attività scientifiche dell’EFSA come strumenti decisionali in merito all’approvazione di fitofarmaci e additivi alimentari, oppure per introdurre nuove politiche nel settore nutrizione.
Attraverso lo spazio web, l’EFSA fornisce informazioni accurate su questioni di sicurezza alimentare a tutte le parti professionali interessate e al pubblico in generale.
Anche i siti web del Ministero della Salute e del Ministero delle Politiche Agricole e Forestali possono essere utili all’aggiornamento in materia.
Epicentro è il portale dell’epidemiologia per la sanità pubblica a cura del Centro nazionale per la prevenzione delle malattie e la promozione della salute dell’Istituto superiore di sanità. Il sito mette a disposizione tra l’altro, la sezione “Vivere in salute” che riporta suggerimenti interessanti in fatto di stile di vita, in relazione alle varie condizioni di salute e fasi della vita dell’individuo.
Anche la World Health Organization (WHO) mette a disposizione online il consulto di validi report sulle patologie croniche non trasmissibili e sul corretto stile di vita.
La sitografia utile in riferimento al tema dell’obesità include il sito EASO, European Association for the Study of Obesity, e il sito della World Obesity Federation.
Bene poi non perdere di vista gli aggiornamenti da parte del WCRF, World Cancer Research Fund International, , una fonte di informazioni davvero inesauribile.
Il CREA – Alimenti e Nutrizione è un ente italiano che si occupa di divulgazione, formazione e ricerca sullo studio degli alimenti e del loro ruolo nella prevenzione e nel mantenimento dello stato di salute. Bene consultare la Tabella di composizione degli Alimenti ivi contenuta.
Chi volesse approfondire le tematiche di carattere scientifico legate all’attività sportiva, può consultare gli articoli del Journal of the International Society of Sports Nutrition.
Il farmacista che si addentra nell’ambito della nutrizione non può non conoscere inoltre le Linee Guida INRAN per una sana alimentazione.
Anche se per legge al momento non è consentito ai farmacisti formulare diete ponderali, è tuttavia utile avere sempre con se il libro dei LARN (Livelli di Assunzione di Riferimento di Nutrienti ed energia):” il documento nazionale che la Società Italiana di Nutrizione Umana (SINU) raccomanda a tutti coloro che si occupano di nutrizione. Il volume è frutto del lavoro di esperti riconosciuti di tutta Italia”.
La SINU in aggiunta offre la possibilità di consultare sul proprio sito la sezione documenti in cui è possibile reperire informazioni aggiornate reference-based sulla nutrizione, molto utili al professionista che si approccia quotidianamente con i pazienti oltre che elemento educazionale per la popolazione generale.
Avere solide basi in fitoterapia e nutraceutica – l’Università di Bologna ad esempio, già nel corso di Laurea in Farmacia prevede un percorso formativo di base su alimenti funzionali e nutraceutici – è senz’altro di supporto al farmacista che si occupa di nutrizione.
Per i farmacisti più lungimiranti potrebbe essere interessante familiarizzare con tematiche emergenti (es. sistemi alimentari biologici) e quindi agricoltura di precisione, cisgenetica, genoma editing.
Fondamentale inoltre consultare periodicamente il proprio libro di Farmacologia, soprattutto per quanto concerne le interazioni farmaco-alimento.
Solo un approccio integrato in definitiva, può garantire il risultato più appagante nell’accompagnare le persone all’interno del proprio stato di salute.

Inoltre, alcuni testi per approfondire:

© Riproduzione riservata

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

2 COMMENTI

Comments are closed.