In farmacia possono essere allestite e dispensate senza ricetta preparazioni contenenti sostanze vegetali presenti nella lista delle piante ammesse negli integratori.

La lista è facilmente consultabile sul sito del Ministero della Salute alla sezione:

  • Temi e professioni
    • Alimenti
      • Alimenti particolari, integratori e novel food
        • Integratori alimentari
          • Sostanze e preparati vegetali

La lista italiana differisce da quella degli altri Paesi della Comunità europea: questo comporta che alcuni integratori, non ammessi in Italia, lo sono in un altro Paese e viceversa.

Nell’ottica di aumentare la tutela dei consumatori e favorire il libero scambio delle merci, si sta cercando di armonizzare le leggi dei diversi Stati membri.

A tal fine, Belgio, Francia e Italia, nell’ambito del “Progetto BELFRIT” (dalle iniziali dei tre Paesi), stanno definendo una lista comune di sostanze e preparati vegetali impiegabili negli integratori alimentari che sia valida nei tre Paesi.

Poiché la lista BELFRIT è ancora in una fase di continue modifiche, il Ministero della Salute ha pubblicato sul suo sito:

  • L’allegato 1 che rappresenta la lista italiana
  • L’allegato 1 bis che considera la lista BELFRIT provvisoria

In questa fase transitoria, è consentito l’impiego negli integratori di piante presenti in uno dei due allegati, in attesa della lista BELFRIT “finale” che diventerà l’elenco unico delle piante utilizzabili.

© Riproduzione riservata

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.