Ad oggi la farmacia italiana offre una gamma di servizi sempre più ampia, sempre più vicina alla esigenze diversificate dei propri clienti/pazienti.

Oltre al ruolo classico ed insostituibile della dispensazione dei farmaci ed allestimenti di preparazioni galeniche, la farmacia riveste e deve rivestire sempre più il ruolo di luogo dove il cliente riesce a trovare professionalità e servizi adatti alle proprie esigenze.

Vendita farmaci, autoanalisi del sangue, analisi della pelle, dei capelli, consulenze specialistiche, consegna dei farmaci a domicilio, prenotazione e ritiro dei farmaci senza ricetta e dei parafarmaci, noleggio apparecchi medicali e sanitari, giornate promozionali, volantini offerte, prima infanzia, alimenti speciali, veterinaria.

Questa è solo una parte del grande ventaglio di servizi che la farmacia oggi è in grado di offrire ai propri clienti pazienti.

È indubbio che gestire un’offerta così diversificata richiede professionalità, impegno e tempo e diventa sempre più difficile riuscire a comunicare tutti questi aspetti contemporaneamente.

Una larga fetta delle farmacie italiane ha già da tempo un sito Internet dove pubblicizzare la propria attività ed i propri servizi.

Spesso poi questi siti sono affiancati da e-commerce che permette di ampliare la platea di clienti raggiunti.

Ancora, molte farmacie si sono affacciate ai social network, Facebook in particolare, attraverso i quali pubblicizzare ulteriormente la propria offerta.

Purtroppo non di rado questo approccio al mondo del web risulta frustrante e poco produttivo, un po’ per inesperienza, un po’ per l’ulteriore mole di lavoro che richiede questa pratica.

Il web oggi va visto come una risorsa estremamente preziosa e seria che può dare nuova linfa alla farmacia capitalizzando ancora di più la propria offerta e presentandosi ad un un bacino d’utenza molto più ampio.

Come dicevamo però spesso questo approccio non porta i risultati sperati, questo perché un sito Internet, un e-commerce o una pagina Facebook spesso non sono sufficienti o non sono gestite nel modo corretto.

La difficoltà maggiore sta nell’armonizzare tutte queste attività e nell’affiancare ad esse strategie che stanno diventando sempre più popolari.

Ci riferiamo in particolare all’e-mail marketing, al social media marketing e alle App mobile.

Questi strumenti permettono di superare una serie di limiti e di ottenere dei vantaggi rispetto al solo sito web o al solo e-commerce.

A grandi linee, l’e-mail marketing, come è facilmente intuibile, sfrutta una mailing list di utenti, nel caso della farmacia clienti, per promuovere la propria attività cercando di ottenere un rapporto uno a uno che stimoli il cliente stesso ad un rapporto più fidelizzato con la farmacia.

Il social media marketing sfrutta invece la rete del social media con l’intento di creare contenuti virali che attraverso il passa parola riescono a far conoscere l’attività ad un numero sempre maggiore di persone.

Questi due strumenti sono abbastanza semplici da usare, benché richiedano cura e del tempo ma sono poco costosi, diretti e raggiungono il cliente sempre e velocemente.

Un buon approccio ad essi da risultati migliori rispetto al sito Internet perché non richiede che l’utente si rechi sul sito ma verrà raggiunto direttamente dal contenuto che si vuole proporre considerando anche che ormai che la propria casella di posta viene controllata almeno una volta al giorno così come almeno una volta la giorno si accede ai social network.

L’e-mail marketing inoltre è facilmente tracciabile e misurabile permettendo di quantificare velocemente la percentuale di apertura delle e-mail e il tasso di conversione.

Un discorso leggermente diverso va fatto per le App mobile che possono rappresentare uno strumento utilissimo nel rapporto tra cliente ed attività commerciale.

Anche esse offrono il vantaggio di raggiungere direttamente l’utente e possono offrire un’interazione ancora più profonda.

Ad esempio, si pensi alla possibilità di notificare eventi promozionali, volantini offerte, consulenze specialistiche direttamente sullo smartphone o sul tablet del cliente offrendo anche la possibilità di prenotare o di acquistare prodotti e servizi direttamente dall’app.

Offrire la possibilità di noleggiare apparecchi, prenotare autoanalisi, farmaci e prodotti vari. Creare una sezione di supporto o di domande e risposte. Le possibilità sono davvero tante.

Un numero ancora ristretto di farmacie ha già sviluppato App dedicate ma si spera che questo numero possa crescere offrendo magari App meno scarne e con un livello di interazione più profondo affinché la farmacia possa essere sempre più vicina e al servizio dei cittadini.

Questi strumenti però non vanno visti esclusivamente come un esercizio commerciale ma come un modo per prendersi cura delle persone e indirizzarle verso uno stile di vita più sano e una maggiore consapevolezza della propria salute, mostrando che la farmacia è sempre presente, al passo coi tempi e sempre pronta a dare il consiglio ed il supporto migliore.