Sempre più farmacie aprono la pagina su Facebook o un profilo su Instagram.

I social network rappresentano un’opportunità in termini di visibilità ma non solo.

Il farmacista sente la necessità di stare al passo coi tempi e sempre più vicino ai suoi clienti e di comunicare in un modo diverso.

Qual’è il motivo per cui una farmacia ha bisogno di essere social?

Pare che lo scopo principale della presenza delle diverse Farmacie sui social sia quello di incrementare la loro Awareness o visibilità.

All’inizio la presenza sui social era legata all’apertura dell’e-commerce e serviva per rilanciare le offerte e incrementare la visibilità.

Da qualche tempo la tendenza ad essere presenti sui social network vale anche per le farmacie che non hanno scelto di aprire l’e commerce.

Perché?

Per esserci ed essere visibili.

In alcune pagine difficilmente si trovano offerte promozionali ma i social vengono usati dalle farmacie come vetrina per promuovere i loro servizi o gli eventi periodici in collaborazione con le aziende. Questi sono ad esempio l’analisi del capello, le giornate trucco o gli eventi in cabina estetica.

Alcune farmacie, pur non avendo un e commerce, scelgono di divulgare informazioni postando video di consigli o video per spiegare come si usano i prodotti. Questi scatenano commenti, dialoghi ed interazioni che accrescono la notorietà della farmacia e del suo team.

Essere social è fondamentale ma credo sia fondamentale avere una strategia. Infatti molte farmacie scelgono di affidarsi all’esperienza di Web Agency che sono in grado di ispezionare il web per sapere cosa cercano le persone su google.

La ricerca verte solitamente ad individuare gli argomenti di tendenza, quelli di cui la gente parla maggiormente o quelli per cui vorrebbe avere maggiori informazioni per avere un seguito maggiore di pubblico.

Nell’era dei social esistono tanti social e scegliere quello su cui investire maggior tempo e risorse può non essere semplice. Facebook, Instagram, Twitter e Linkedin hanno tutti uno specifico target di pubblico difficile da comprendere.

Se prima Facebook era il più usato per le promozioni e per la ricchezza di informazioni che si potevano ottenere, oggi, per essere visibili su questo social, bisogna investire tempo e denaro pianificando le campagne. Per questo molti si spostano su Instagram dove, l’aggiunta di nuove funzionalità come le storie temporanee e gli hashtag possono aiutare a raggiungere un pubblico più ampio.

Restano Twitter e Linkedin, fondamentali ma non indispensabili.

Facebook, Twitter, Instagram e Linkedin, su quale canale social investire?

Quello che si addice maggiormente alle proprie esigenze, provando e valutando tra i tanti quello che crea maggiore interazione in relazione alla campagna che si decide di impostare o al risultato da raggiungere.

Ogni canale ha una specifico target di pubblico che lo utilizza in modi diversi e per scopi differenti.

Capire le necessità del pubblico per stabilire quale social usare per soddisfare le proprie esigenze è fondamentale per impostare una social media strategy di successo e ottenere i risultati desiderati.

© Riproduzione riservata

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.