Crisi di liquidità in farmacia, l’ipoteca come valida alternativa?

Cosa fare quando dobbiamo continuare a rifornirci di medicinali dal nostro fornitore ma abbiamo già un consistente debito? Alla classica risposta di chiedere un prestito ad un istituto creditizio/assicurativo esiste un’altra soluzione: quella di iscrivere ipoteca su un bene.

Il diritto di ipoteca consente infatti al creditore di avere un bene immobile a garanzia del proprio credito in caso di inadempimento e di essere preferito rispetto ad altri creditori sul prezzo ricavato dalla vendita nell’eventualità di un’espropriazione forzata.

Ciò detto, è consigliabile avvalersi dell’ipoteca rispetto ad un prestito in presenza delle seguenti situazioni:

  • mancanza di liquidità
  • difficoltà di accesso al credito da parte di un istituto bancario od assicurativo, dovuta al rating aziendale;
  • rapidità di risoluzione della crisi, evitando lunghe istruttorie bancarie e/o assicurative;
  • debito di una certa rilevanza economica;
  • continuo approvvigionamento di farmaci dallo stesso fornitore.

Prima di iscrivere l’ipoteca sul bene è preferibile però effettuare una visura ipotecaria presso la Conservatoria dei registri immobiliari sullo stesso per controllare la presenza di ulteriori gravami iscrittevi.

Non solo: conviene scegliere un bene di valore non eccessivamente superiore al debito che si ha. Si ricorda infine che l’ipoteca, una volta iscritta, avrà una durata ventennale con possibilità di rinnovazione e/o cancellazione.

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

Ricevi gli approfondimenti per la tua professione

Riceverai periodicamente i contenuti e le analisi degli autori del Blog.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.
Francesco Accorsi
Giurista dal 2014 nel settore giudiziale e stragiudiziale del diritto civile con una profonda dedizione alla ricerca ed all’aggiornamento professionale. Diviene nel 2020 credit collector per un’azienda leader nel settore della distribuzione dei farmaci.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here