Ti Serviamo, il “mini hub” di servizi digitali per i pazienti della farmacia

“Ti Serviamo” è una web app innovativa sviluppata da Pharmaservice, società specializzata nell’ambito dell’informatica in farmacia e produttrice in Italia del software Winfarm. Nel corso degli anni, questa software house – oltre ad aver perfezionato il gestionale tra i più usati in farmacia – ha sviluppato applicazioni specifiche per ogni problema. “Ti Serviamo” è definita dagli stessi sviluppatori come un’app che permette al cliente «restando tranquillamente a casa, di prenotare i prodotti di libera vendita, i servizi offerti dalla farmacia ed i farmaci prescritti dal medico limitando gli spostamenti». L’uso di “Ti Serviamo” «porta ad ottimizzare i tempi di attesa in farmacia riducendo le code al banco e con la garanzia di trovare i prodotti a te necessari». Come indicato sul sito del servizio, l’applicazione «permette, ove previsto e nei termini di legge, di ritirare i prodotti da un punto di custodia a te più vicino o di riceverli comodamente al tuo domicilio».

L’uso da smartphone ma anche da browser web

A differenza delle app tradizionali, “Ti Serviamo” non ha bisogno di applicazioni installate sui vari dispositivi del cliente/paziente e può essere usata tranquillamente dal browser web dello smartphone, tablet o computer. Si tratta senza dubbio di un passo avanti nel settore delle farmacie alla luce del fatto che l’utilizzatore finale non è portato a installare un’applicazione sul proprio dispositivo che renderebbe pesante il processo di onboarding. Dal lato dell’utente, il processo è semplice: collegandosi alla pagina tiserviamo.it o al sito specifico per farmacia es. nomefarmacia.tiserviamo.it, il paziente può selezionare le varie opzioni disponibili. Tra queste l’invio di ricette elettroniche con Nre o invio di ricette classiche con i relativi allegati. A ciò si aggiungono le ricette elettroniche veterinarie, la selezione diretta di un prodotto, la prenotazione di un servizio configurato, o inviare una richiesta di informazioni alla farmacia. È evidente come questa applicazione si ponga come mini-hub dei servizi digitali della farmacia, offrendo al cliente del territorio uno strumento avanzato attraverso cui poter instaurare un rapporto basato sullo scambio organizzato delle informazioni con il farmacista.

Il funzionamento “sotto il cofano”

Dando uno sguardo all’area di back-end di “Ti Serviamo”, la farmacia riceve le diverse notifiche in una specifica sezione del software gestionale. Grazie a un flusso di lavoro organizzato, il titolare o l’addetto può controllare le varie fasi di selezione e preparazione di quanto richiesto dal paziente, dandone contezza attraverso l’uso di notifiche via email, push o telefonica. Per approfondire tali dinamiche è stato utile il contributo di Luca Gira, sistemista programmatore presso Pharmaservice, il quale ha spiegato che «l’area di back-end viene suddivisa nell’erogazione prodotti e in quella dei servizi. Entrambe hanno due gestioni separate. Per i prodotti c’è il processo di prenotazione e gestione dei vari passaggi, per i servizi c’è la gestione del planning necessario per coordinare le attività nei locali della farmacia». Con riferimento ai prodotti, Gira spiega che «il cliente prenota ciò di cui ha bisogno, inserisce i dati personali in osservanza alla privacy, poi invia la prenotazione che in farmacia viene visualizzato con degli alert sia nell’area della vendita che in altri punti esterni al gestionale». Dopodiché «il farmacista esegue ciò che c’è da fare a livello di gestione della prenotazione ricevuta. Parte poi la catena degli aggiornamenti degli stati che vengono inviati al cliente, tra cui prenotazione accettata, richiesta in lavorazione, richiesta completata, pronto per il ritiro, e altri status». Il ciclo si conclude «quando il farmaco viene ritirato al banco». Ove la farmacia avesse disponibile un servizio di consegna a domicilio, il paziente può essere messo in condizione di ricevere al proprio domicilio quanto prenotato.

I servizi integrabili in “Ti Serviamo”

Quanto ai servizi, come nel caso del tampone Covid-19, viene mostrato un elenco al cliente da cui seleziona e sceglie lo slot orario nel datario. Gira spiega che «il cliente conferma la data preferita, poi inserisce i dati. Il farmacista, dal lato del back-end, conferma la prenotazione inviando le notifiche». A questa parte segue quella dell’erogazione del servizio. Il planning consente di avere l’organizzazione dei servizi sulla base di peculiarità della struttura, tra cui la disponibilità effettiva delle sale e dei collaboratori che erogheranno la prestazione. Nell’uso di “Ti Serviamo” emerge la chiara intenzione di fornire strumenti per supportare la farmacia territoriale con una rosa di soluzioni basate su un’infrastruttura informatica potente e integrata con il software gestionale, per rendere disponibile un servizio su base territoriale, andando in contro-tendenza alle dinamiche legate alla delocalizzazione del bene, in funzione della prossimità territoriale del presidio farmacia nel supporto alla popolazione.

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

Ricevi gli approfondimenti per la tua professione

Riceverai periodicamente i contenuti e le analisi degli autori del Blog.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.
Alfonso Di Stasio
Alfonso Di Stasiohttps://comunicareinfarmacia.com/
Farmacista e Founder di FarmaciaVirtuale.it, negli anni ha sviluppato competenze in ambito farmaceutico retail, con particolare attenzione agli aspetti operativi e gestionali della farmacia. Ha perfezionato la propria carriera con gli studi in Scienze della comunicazione. Oggi è Pharma communication specialist e aiuta aziende e stakeholder del pharma a comunicare ai rispettivi target di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here