Gestione farmacia e costi, come tagliarli senza sacrifici? Prima parte

Questo articolo, originariamente pubblicato nel maggio del 2012 e relativo ai costi fissi farmacia, è stato recentemente aggiornato e ripubblicato.

Spendere meno e meglio, è uno degli obiettivi della buona gestione farmacia, contrastando la riduzione dei margini, avvalendosi del “principio edonistico” o del tornaconto, ottenendo il massimo risultato con il minimo sforzo, o almeno, provarci.

Cosa può fare il titolare di farmacia o direttore per guadagnare terreno sul capitolo dei costi farmacia?

Dove è nascosto il piccolo tesoretto, a cui, un pò per mancanza di tempo, un pò per mancanza di voglia, procrastiniamo l’ardua scoperta? Dove poter trovare piccole somme, senza dover modificare radicalmente il modo di gestire la farmacia?

Idee per ridurre i costi nella gestione farmacia

Con un pò di ingegno ed una buona dose di creatività ecco alcuni spunti per limare quei costi di tutti i giorni che solitamente passano inosservati, ma che compongono gran parte dello sperpero con cui dobbiamo fare i conti a fine anno.

Disattivare il FAX e attivare un FAX2MAIL

Il FAX2MAIL, dall’inglese “fax to mail”, letteralmente tradotto “da fax a posta elettronica”, consente di risparmiare carta e di abbattere i costi di una linea telefonica. Il FAX inviato dal mittente viene ricevuto da un numero virtuale e viene inoltrato in PDF sull’email della farmacia. Eutelia offre un buon servizio gratuito, si chiama Clouditalia Orchestra Web Fax! e si attiva in 15 minuti. Dopo aver attivato e provato il nuovo FAX2MAIL, recedere dal contratto del vecchio FAX su linea telefonica. Si ha il vantaggio di liberare spazio in farmacia, avere il FAX 24 ore su 24 con se, e dire basta alla manutenzione.

Installare uno – o più – telefoni VoIP

VoIP, acronimo di Voice over IP, è una tecnologia che sfrutta la linea Internet per inviare e ricevere telefonate. Le piccole e medie realtà possono installare un telefono VoIP, come un GrandStream, che opportunamente configurato utilizzando un provider esterno, può chiamare i telefoni fissi a costo zero e i cellulari ad un centesimo al minuto. Un provider che attualmente offre queste tariffe è www.freevoipdeal.com che, con ricariche da 10 euro, consente di chiamare in tutto il mondo a prezzi stracciati. Unico requisito, la presenza di un ADSL stabile o, ancor meglio, un’HDSL.

Installare un POS Ethernet

Il POS in farmacia diventerà obbligatorio? Non sappiamo, tuttavia per semplificare la vita al cliente, quale farmacia non ha un POS? Peccato che la maggior parte funzioni su linea analogica e richiede tempo e costi per la chiamata. Figuriamoci se la linea telefonica è occupata da una telefonata! La soluzione? Installare un POS Ethernet, collegato alla rete dei PC in farmacia. Il risparmio in questo caso è doppio, ovvero, viene eliminata la telefonata su linea analogica e ridotto il tempo passato ad aspettare l’esito della transazione. Molte società come Setefi, offrono questo servizio, noi consigliamo Easy Nolo di Banca Sella. L’uso di un POS Ethernet, meglio se cordless, strabilierà prima voi, poi i vostri clienti.

Eliminare la macchinetta del caffè

Il caffè a cialde potrebbe conciliare un buon momento di pausa, tuttavia di per sé costituisce parte dei costi farmacia. Eliminare la macchinetta del caffè sarà un vantaggio per la tasca, ma anche per la salute.

Centralizzare le stampe

Fa bene all’ambiente e agli sprechi di carta, ma anche all’esborso in toner, cartucce e manutenzione: stampare documenti e prenotazioni utilizzando un’unica stampante centralizzata, con alto volume di stampa, anziché tante piccole stampanti.

Cedere i dati della farmacia in cambio di qualcosa

L’argomento è molto dibattuto, cedere o no i dati della farmacia? Alcune società, tramite programmi mirati per farmacie potrebbero essere interessate ad acquistare i dati e da qui, generare un piccolo ricavo per la farmacia. In alternativa potremmo cedere questi dati a società esterne che in cambio diano qualche utile strumento di analisi, che in altre occasioni saremmo costretti ad acquistare. Una delle idee potrebbe essere il tanto amato, tanto odiato, Progetto Zenith Federfrma, o aderire a piattaforme come Younique di Sanofi, soluzioni che non danno un risparmio diretto ma comunque offrono una visione globale dell’andamento della farmacia, risparmiando su eventuali costi di acquisto di altri prodotti o servizi simili.

Ricontrattare al ribasso tutti i contratti

Ricontrattare i contratti con fornitori di beni e servizi richiede tempo e il piano di azione è un pò più complesso. Vedremo dove intervenire nel prossimo appuntamento.

Nel frattempo:

  • Quali costi hai tagliato e quanto hai risparmiato?
  • Cosa consigli per eliminare altri costi farmacia nascosti?

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

Ricevi gli approfondimenti per la tua professione

Riceverai periodicamente i contenuti e le analisi degli autori del Blog.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.
Alfonso Di Stasio
Alfonso Di Stasiohttps://comunicareinfarmacia.com/
Farmacista e Founder di FarmaciaVirtuale.it, negli anni ha sviluppato competenze in ambito farmaceutico retail, con particolare attenzione agli aspetti operativi e gestionali della farmacia. Ha perfezionato la propria carriera con gli studi in Scienze della comunicazione. Oggi è Pharma communication specialist e aiuta aziende e stakeholder del pharma a comunicare ai rispettivi target di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here