Costi farmacia, 9 idee per ridurli subito

Spendere meno per spendere meglio è l’obiettivo dell’impresa farmacia che deve lottare con i disastrosi dati di aprile e maggio 2012.

Se la farmacia ha resistito inizialmente alla prima ondata della contrazione dei consumi è ormai certo che la rincorsa al risparmio ha influenzato con decisione l’andamento delle vendite.

Cosa può fare il farmacista per contrastare il fenomeno e guadagnare terreno sul capitolo costi farmacia?

Idee per ridurre i costi farmacia

Con un pò di ingegno ed una buona dose di creatività proponiamo spunti utili per limare quei piccoli costi di tutti i giorni che solitamente passano inosservati.

Disattivare il FAX fisici ed attivare un FAX2MAIL

Il FAX2MAIL è una soluzione che consente di risparmiare carta e di abbattere i costi farmacia di una linea fisica. In pratica il FAX viene ricevuto da un numero geografico virtuale e viene smistato, in formato PDF, sull’email della farmacia. Eutelia offre un buon servizio gratuito, si chiama Eutelia F@x e si attiva in 5 minuti. Dopo aver attivato e provato il nuovo numero di FAX recedere dal contratto precedente. Cambiare il numero di FAX ogni tanto fa bene per ridurre la quantità di SPAM ricevuto quotidianamente.

Attivare abbonamento telefonico a volume

Consente di avere una quantità predefinita di minuti inclusi a costi farmacia davvero irrisori. Solitamente gli operatori mobili, più in competizione, danno questa possibilità con la quale poter chiamare telefoni fissi e cellulari.

Disattivare numerazione non geografica bancomat (848)

Molte società impostano sui bancomat i cosiddetti numeri ad addebito ripartito (848 xx xx xx) che consentono di tariffare la chiamata a costi farmacia di una telefonata urbana. Se si attiva un contratto di rete fissa che comprende minuti gratis di conversazione, le chiamate vengono comunque tariffate come addebito ripartito. Ecco scovato un altro dei costi farmacia nascosti. Contattare la società che gestisce il bancomat ed impostare la chiamata verso numerazione geografica, solitamente Roma (06) o Milano (02). In tal modo le chiamate effettuate dal bancomat rientreranno nelle chiamate gratuite previste dal contratto a volume senza aggravio di costi aggiuntivi.

Eliminare la macchinetta per caffè

Il caffè a cialde potrebbe aumentare la produttività mantenendo svegli, oltre che conciliare un buon momento di pausa, tuttavia di per se costituisce parte dei costi farmacia.

Centralizzare le stampe

Stampare documenti e prenotazioni utilizzando un’unica stampante centralizzata, con alto volume di stampa, anzichè tante piccole stampanti. Si risparmierà sui toner e sui tempi di accensione, spegnimento e manutenzione.

Vendere i dati della farmacia

O scambiarli per qualcosa. Non regalarli. Società come IMS o Nielsen potrebbero essere interessate ad acquistare i dati e da qui generare un piccolo ricavo per la farmacia. Tuttavia a causa dei panel perennemente saturi è difficile che la farmacia riesca a generare un introito, a meno che non si abbia l’amico di turno ed un pizzico di fortuna. In alternativa potremmo cedere questi dati a società esterne che in cambio diano qualche utile strumento di analisi. A costo zero.

Sospendere accordi con i medici

Ciò allo scopo di limitare eventuali costi farmacia derivanti da buonuscite, fitti, benefit vari, concessi gratuitamente, di cui non si può calcolarne il reale beneficio.

Ricontrattare al ribasso i contratti

Si assiste spesso alla richiesta dello sconto al banco e proprio allo stesso modo il farmacista dovrà ricontrattare tutti i contratti preesistenti, tra cui citiamo

  • contratto fornitura grossista o cooperativa, spostando il fatturato verso un unica direzione, ottenendo un extra sconto
  • contratto smaltimento scaduti/ASSINDE/rifiuti laboratorio
  • contratto commercialista
  • contratto assistenza cassa
  • contratto assistenza gestionale
  • contratto bancomat
  • altri contratti

 

Cancellarsi dal sindacato

Soluzione estrema, consentirebbe un risparmio immediato dello 0,10 % di trattenute sul fatturato SSN, dando la possibilità di racimolare altre risorse e di ridurre i costi farmacia. A mali estremi, estremi rimedi.

Quali costi hai tagliato e quanto hai risparmiato? Cosa consiglieresti per eliminare altri costi farmacia nascosti?

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

Ricevi gli approfondimenti per la tua professione

Riceverai periodicamente i contenuti e le analisi degli autori del Blog.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.
Alfonso Di Stasio
Alfonso Di Stasiohttps://comunicareinfarmacia.com/
Farmacista e Founder di FarmaciaVirtuale.it, negli anni ha sviluppato competenze in ambito farmaceutico retail, con particolare attenzione agli aspetti operativi e gestionali della farmacia. Ha perfezionato la propria carriera con gli studi in Scienze della comunicazione. Oggi è Pharma communication specialist e aiuta aziende e stakeholder del pharma a comunicare ai rispettivi target di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here