Le aziende farmaceutiche e i padroncini

Parliamo spesso di riorganizzazione della distribuzione dei farmaci e del cambio nei rapporti tra industria e farmacia nel medio/lungo periodo.

Immaginiamo uno scenario estremo nel quale l’industria produce e consegna il farmaco direttamente al domicilio del paziente.

Tuttavia le aziende farmaceutiche risentono di gravi inefficienze dovute ai padroncini, o meglio, vettori locali che senza assolvere agli obblighi contrattuali, mettono in secondo piano le zone meno abitate o fuori le grandi linee comunicative.


Grandi vettori come DHL o TNT che godono di fama e notorietà, vengono rallentati dai padroncini.

Cosa cambia per la farmacia?

Se la farmacia volesse approvvigionarsi con maggiore frequenza direttamente dall’azienda produttrice, non riuscirebbe a gestire con precisione i tempi di consegna e di approvvigionamento, con possibili rotture di stock, spesso a causa dei padroncini.

A volte capita che il ciclo di fatturazione è più veloce del ciclo di consegna e il farmacista riceve  la fattura di una fornitura non ancora consegnata.

Tali inefficienze potrebbero a lungo andare consentire ad aziende di entrare nel settore della distribuzione del farmaco direttamente a casa del paziente.

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

Ricevi gli approfondimenti per la tua professione

Riceverai periodicamente i contenuti e le analisi degli autori del Blog.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.
Alfonso Di Stasio
Alfonso Di Stasiohttps://comunicareinfarmacia.com/
Farmacista e Founder di FarmaciaVirtuale.it, negli anni ha sviluppato competenze in ambito farmaceutico retail, con particolare attenzione agli aspetti operativi e gestionali della farmacia. Ha perfezionato la propria carriera con gli studi in Scienze della comunicazione. Oggi è Pharma communication specialist e aiuta aziende e stakeholder del pharma a comunicare ai rispettivi target di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here