Software farmacia, è il concessionario che fa la differenza

Non basta avere un software farmacia che sia di ultima generazione o con funzioni particolarmente innovative, chi fa la differenza è il concessionario.

Il concessionario è costituito da un’organizzazione presente sul territorio che fornisce assistenza per qualsiasi aspetto relativo al software gestionale farmacia. In molti casi il servizio va ben oltre la semplice consulenza e non si limita a prendere in carico le sole problematiche relative al software farmacia. Il concessionario è un vero e proprio counselor e costituisce uno dei partner principali della farmacia.

Piccoli e grandi concessionari

Così come esistono piccole, medie e grandi farmacie, allo stesso modo esistono piccoli, medi e grandi concessionari.

Tuttavia la grandezza del concessionario non implica necessariamente un’ottima qualità del servizio. Il vecchio detto nella botte piccola c’è il vino buono è spesso verificato, esistono infatti piccole realtà capaci di puntare non alla quantità dei clienti ma alla qualità e alla soddisfazione delle farmacie assistite.

Nonostante ciò, una farmacia soddisfatta non implica che sia aggiornata.

Software farmacia e trasferimento tecnologico

Gran parte delle software house si sforza quotidianamente nel produrre ottimi software farmacia, investendo in tecnologia e migliorando le soluzioni sulla base delle esperienze quotidiane dei farmacisti.

Se il concessionario non è in grado di assorbire le innovazioni introdotte con i rilasci delle nuove versioni del software, la farmacia non sarà messa in condizione di poter fruire di tali miglioramenti. Il trasferimento tecnologico che il concessionario mette in atto nei confronti della farmacia diviene il nocciolo della questione.

A parità di software per farmacia, abbiamo farmacie evolute ed altre meno. O meglio, farmacie che utilizzano di più il software, perchè il concessionario si è preso la responsabilità di riversare loro le conoscenze e le innovazioni, e farmacie gestite per inerzia, all’oscuro – o quasi – di tutte le novità sviluppate dalle software house.

D’altro canto, le stesse software house dovrebbero attivare i canali necessari affinchè le farmacie riescano ad aggiornarsi per tempo sulle novità introdotte, al fine di migliorare l’offerta al cliente/paziente.

E’ impensabile che oggi esistano farmacie totalmente all’oscuro di procedure o di funzionalità già implementate nel software gestionale e che le stesse vadano alla ricerca di un software farmacia più innovativo perchè convinte di non avere una buona soluzione in farmacia.

Creare distacco competitivo con l’ausilio del concessionario

L’informatica in farmacia negli ultimi anni ha subìto una fase di stallo, probabilmente dovuta ad una certa saturazione del mercato. Molte software house, un pò a causa dell’eccessiva burocrazia, un pò per evitare gravosi impegni, hanno esternalizzato lo sviluppo di utili funzioni, costringendo le farmacie a dover sborsare centinaia di euro a terzi.

E’ necessario che la farmacia riesca a conoscere quanto più possibile il gestionale in possesso al fine di scovare tutte le funzionalità di cui poter disporre. Per raggiungere tale obiettivo è necessario essere affiancati da un buon concessionario, evitando di cadere nella trappola della noncuranza e quindi di restare indietro nonostante le innovazioni delle software house.

Numerose farmacie sono capaci di creare distacco competitivo a costo zero grazie all’assistenza proattiva dei concessionari di software.

Quanto riportato esprime contenuti ed opinioni personali dell’autore che ha scritto il post. Queste opinioni non coincidono necessariamente con quelle di FarmaciaVirtuale.it.

Ricevi gli approfondimenti per la tua professione

Riceverai periodicamente i contenuti e le analisi degli autori del Blog.

Puoi annullare l'iscrizione con un click. Non condivideremo il tuo indirizzo email per altre ragioni.
Alfonso Di Stasio
Alfonso Di Stasiohttps://comunicareinfarmacia.com/
Farmacista e Founder di FarmaciaVirtuale.it, negli anni ha sviluppato competenze in ambito farmaceutico retail, con particolare attenzione agli aspetti operativi e gestionali della farmacia. Ha perfezionato la propria carriera con gli studi in Scienze della comunicazione. Oggi è Pharma communication specialist e aiuta aziende e stakeholder del pharma a comunicare ai rispettivi target di riferimento.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here